Un impegno che parte dalle fabbriche

UN IMPEGNO CHE PARTE DALLE FABBRICHE

Coca-Cola HBC Italia si conferma tra le aziende più importanti nel settore del beverage in Italia. Un vanto ma anche una precisa missione e una responsabilità verso l’ambiente e le comunità in cui operiamo.
Il nostro impegno parte dagli stabilimenti, dove seguiamo i più alti livelli di attenzione dalla gestione dell’acqua e al corretto utilizzo delle fonti energetiche per poi estendersi lungo tutta la nostra filiera logistica e commerciale, andando ad ottimizzare i nostri consumi ed eliminando gli sprechi. 

ACQUA

L'acqua è il bene più prezioso e per chi come noi lavora nel settore delle bibite e bevande questo è ancor più vero. Per garantire il corretto utilizzo della risorsa idrica in tutte le fasi del nostro percorso produttivo, abbiamo deciso di certificare le nostre fabbriche secondo lo standard Alliance For Water Stewardship (AWS) che riconosce e premia le aziende impegnate nella gestione responsabile della risorsa idrica a seguito di accurate verifiche e audit condotte da enti di certificazione terzi.

AWS AWS

Il raggiungimento di questa certificazione si basa su 5 pilastri principali: 

  • Comprendere dipendenze e impatti idrici
  • Mitigare i rischi idrici operativi e della catena di approvvigionamento
  • Assicurare l’esistenza di procedure e responsabili per l’acqua
  • Costruire relazioni con gli stakeholder locali legati all’acqua
  • Affrontare sfide condivise con altre parti interessate che si approvvigionano dallo stesso bacino idrografico

UNA GESTIONE RESPONSABILE A TUTTI I LIVELLI: I WATER CHAMPIONS

Un ulteriore impegno nella salvaguardia della risorsa idrica nei nostri stabilimenti di Marcianise, Oricola, Nogara e Fonti del Vulture si traduce nella creazione dei “water teams”, gruppi composti da almeno tre persone incaricate di garantire l’approvvigionamento idrico monitorando i consumi e identificando al contempo progetti per il risparmio della risorsa, in ottica di costante miglioramento da un punto di vista di impatto ambientale. Ogni team è guidato da un “water champion”, appartenente all’area Mantainance o QSE (Quality, Safety & Environment) e individuato dal management degli stabilimenti. La struttura di riferimento è “ufficializzata” sia all’esterno sia all’interno dei siti così da avere punti di riferimento chiari sul tema, ed è sempre in contatto con la funzione QSE centrale - sia con il Country QSE Manager sia con il Country Environmental Manager - che a loro volta hanno il compito di coordinare le attività e di segnalare rischi e opportunità al management.


FONTI ENERGETICHE

Sempre nell’ottica di ridurre il nostro impatto ambientale, adottiamo buone pratiche e tecnologie industriali all’avanguardia all’interno dei nostri stabilimenti che ci permettono un continuo miglioramento delle nostre performance industriali, risparmiando l’utilizzo ed il consumo di fonti energetiche. Infatti, il 73% dell’energia totale che utilizziamo proviene da fonti rinnovabili con un tasso del 100% per quanto riguarda quella elettrica.
Il nostro impegno continua anche sul mercato con oltre il 67% delle nostre frigovetrine dotate dei più alti standard qualitativi per garantire un consumo energetico minimo.

IMPIANTO FOTOVOLTAICO IMPIANTO FOTOVOLTAICO

LOGISTICA

La nostra presenza e il nostro continuo supporto ai clienti sono tra i nostri punti di forza e per conciliare questa necessità con la riduzione di emissioni di CO2 abbiamo adottato una strategia logistica che ci permette di rendere sempre più efficienti i nostri spostamenti grazie alla modalità round trip che bilancia i traffici sia in consegna sia in ritiro delle merci, evitando così viaggi a vuoto. 

closeup-of-line-of-coca-cola-hbc-trucks closeup-of-line-of-coca-cola-hbc-trucks