L’iniziativa coinvolgerà più di 400 punti vendita su tutto il territorio nazionale

Sesto San Giovanni, 31 ottobre 2016 – Coca‑Cola HBC Italia, principale produttore e distributore dei prodotti a marchio The Coca‑Cola Company nel Paese, e Autogrill sostengono le attività di Banco Alimentare nella lotta alle eccedenze alimentari. Fino al 30 novembre, parte del ricavato ottenuto dalla vendita del Menu Perfetto presso oltre 400 bar snack Acafé verrà devoluta a Banco Alimentare. La somma verrà impiegata da Banco Alimentare per raccogliere e distribuire 150.000 kg di alimenti, corrispondenti a 300.000 pasti equivalenti*, alle famiglie in difficoltà nel nostro Paese.

Banco Alimentare dal 1989 recupera in Italia alimenti ancora integri e non scaduti che sarebbero però destinati alla distruzione, perché non più commercializzabili. Salvati dallo spreco, riacquistano valore e diventano risorsa per chi ha troppo poco.
«La povertà alimentare colpisce in Italia oltre 4,5 milioni di persone - dichiara Andrea Giussani, presidente di Fondazione Banco Alimentare Onlus. “Siamo felici che aziende così importanti, come Coca‑Cola HBC Italia e Autogrill, abbiano deciso di stare al nostro fianco dando un aiuto concreto alle persone in difficoltà sul territorio.”

Coca‑Cola HBC Italia è una realtà attenta al tema delle eccedenze alimentare, come dimostrano le numerose azioni messe in campo per combattere il fenomeno tra cui, ad esempio, gli omaggi ai dipendenti, il riconfezionamento dei pack e le donazioni alle onlus: «Riteniamo che la lotta agli sprechi sia un elemento non solo di responsabilità sociale d’impresa ma di civiltà» afferma Giangiacomo Pierini, Direttore Relazioni Istituzionali e Comunicazione Coca‑Cola HBC Italia «Questa iniziativa è un’occasione importante per sensibilizzare i nostri consumatori sul tema e per sostenere Banco Alimentare, una realtà con cui condividiamo il forte radicamento territoriale».

 

Banco Alimentare

Banco Alimentare dal 1989 recupera in Italia alimenti ancora integri e non scaduti che sarebbero però destinati alla distruzione, perché non più commercializzabili.Salvati dallo spreco, riacquistano valore e diventano risorsa per chi ha troppo poco.
La Rete Banco Alimentare opera ogni giorno in tutt’Italia attraverso 21 Organizzazioni Banco Alimentare dislocate su tutto il territorio nazionale, coordinate dalla Fondazione Banco Alimentare Onlus.
L’attività quotidiana di Banco Alimentare è volta a recuperare e raccogliere in un anno ca. 85.000 tonnellate di alimenti. Di questi, 1.150.000 piatti pronti di cibo cotto e 300 tonnellate di pane e frutta sono recuperati ogni giorno, grazie al programma Siticibo, dalla ristorazione organizzata, mense aziendali, ospedaliere e scolastiche.
Inoltre, circa 9.000 tonnellate delle totali 85 mila sono raccolte durante la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare ®, che si svolge l’ultimo sabato di novembre da quasi 20 anni in oltre 11.000 supermercati, dove 5,5 milioni di italiani donano una spesa per i più bisognosi.
Ogni giorno tali alimenti vengono ridistribuiti gratuitamente a ca. 8.100 strutture caritative che aiutano ca. 1.560.000 persone bisognose in Italia, di cui ca. 135.000 bambini da 2 a 7 anni.
L'attività di Banco Alimentare è possibile grazie al lavoro quotidiano di ca. 1.800 volontari.

 

*1 pasto equivalente corrisponde a un mix di 500 gr di alimenti (stima adottata dalla Fédération Européenne des Banques Alimentaires)